MEBETOYS
Tutte le MEBETOYS
dalla A-1 alla A-40
e oltre...
 
Made in Italy - Scala 1:42-43
 
HomePage
Aggiornato il 12 Settembre 2018
 
 
 

Quella del collezionista è una gran brutta malattia. A volte prende fin da bambini, a volte si sviluppa in età avanzata. Non so se sia geneticamente ereditaria, ma quando prende sono dolori. E così c'è chi raccoglie tappi di bottiglia, pacchetti di sigarette, bottigliette mignon e c'è chi colleziona, beato lui, auto d'epoca o opere d'arte. Io, ad essere sincero, sono un collezionista di auto d'epoca, quelle degli anni cinquanta e sessanta, ma non ne possiedo neppure una, sia perché non posso permettermelo, sia perché non saprei proprio dove custodirle. Riesco comunque a tenermi informato e do sfogo alla mia passione realizzando il mio sogno in scala ridotta. Così sono diventato uno di quelli che in inglese vengono definiti "avid collectors" di macchinine, cioè sono stato contagiato inesorabilmente dalla malattia.

Realizzando le pagine di questo sito forse anche io sto contribuendo al contagio. Si sa, le malattie spesso sono contagiose e si trasmettono da un individuo all'altro a volte molto velocemente. In genere, quando uno contrae una malattia può trasmetterla ad altri, ma rimane immune venendo in contatto con un altro ammalato. Con le macchinine non è così: un collezionista già visibilmente ammalato si può ammalare molto di più incontrando un altro collezionista che sta peggio di lui, un "hyper-avid collector". A me è successo di recente.


Volevo, ma sarebbe più giusto dire dovevo, inserire nel sito qualche pagina sulla Mebetoys, ovviamente riferendomi al periodo pre-Mattel, e sono andato a cercare le informazioni necessarie. Non so perché ma quando ero un ragazzino non amavo le Mebe: ad esse preferivo le Politoys. Forse solo perché sono arrivate qualche anno dopo, quando già ero un piccolo collezionista di Politoys. Non avendole collezionate fin da allora, ovviamente sono rimasto molto a digiuno di notizie. In questi ultimi anni ne ho acquistate molte, una più bella dell'altra, ma per una catalogazione sul sito servono molti dati e molte immagini: bisogna conoscere l'evoluzione dei vari modelli nel tempo, le varianti di colore, i corretti abbinamenti con le scatolette e via dicendo.

Fortunatamente qui in Sardegna abbiamo l'esperto delle Mebetoys (credo che sia libero docente in mebetoyslogia) e poiché ci conosciamo molto bene gli ho chiesto di farmi fare qualche foto ai modelli della sua collezione e di fornirmi qualche dato utile ad una prima classificazione (da A1 a A40). Sono nate così queste pagine che integrerò nel tempo con altre foto e altre notizie.



E la malattia? Aggravata, molto aggravata. Potete immaginarlo anche da soli. Io chiedevo una Alfa 2600 da fotografare e lui me le tirava fuori di tutti i colori. Chiedevo una Fiat 1100R e me ne ha fatto vedere undici tutte diverse. Stessa storia per tutti gli altri modelli. Le foto che troverete ne sono la prova. Le ho scattate tutte io ma, purtroppo, solo in parte riguardano modelli tratti dalla mia collezione.

Devo comunque ringraziare il mio amico per la disponibilità dimostrata e per la pazienza con cui ha estratto i preziosi modelli dalle scatolette per poi rimetterceli, operazione che ha effettuato lui personalmente, macchinina per macchinina.


Un po' di storia


La Mebetoys fu fondata dai Fratelli Besana e deve il suo nome alle iniziali di MEccanica BEsana, con la classica aggiunta della parola inglese TOYS, giocattoli. I primi modelli furono presentati ufficialmente proprio al Salone del Giocattolo di Milano, nel 1966. Si trattava di automodelli ricavati in pressofusione di zamac, molto solidi e ben rifiniti, sia nei dettagli che per la verniciatura.

A differenza dei Politoys, in genere totalmente apribili, i modelli Mebetoys avevano inizialmente un più limitato numero di aperture, ma una più ricca gamma cromatica, che li facevano somigliare più ai Mercury e agli altri prodotti delle più quotate industrie straniere, quali la Corgi Toys, La Dinky Toys e la Solido.

Le prime versioni erano vendute con la scatoletta bianca che riportava la fotografia dell'automobile vera. Il colore del modello contenuto al suo interno poteva essere verificato dal classico foro circolare presente su due lati della scatola. All'interno il modello restava fermo grazie ad una striscia di materiale spugnoso che lo avvolgeva, proteggendolo dallo sfregamento.


Successivamente si passò alla scatoletta marrone, con finestra laterale a forma di bocca di forno. La finestra consentiva di riconoscere il modello ma risultava fragilissima perchè ricavata dalla stessa pellicola trasparente termosaldata sulla superficie esterna della scatola. Anche se era presente la solita striscia di spugna a tenere fermo il modello, le spigolosità dei modelli stessi ed urti anche lievi laceravano facilmente la finestra. Per questo è oggi difficile trovare Mebetoys con la scatola finestrata perfetta.

Nel 1970 la Mebetoys fu ceduta alla Mattel. La principale conseguenza fu un progressivo calo nella qualità. Le scatolette in cartone vennero presto abbandonate, sostituite da quelle in plastica e perfino dai blister in cartoncino e celluloide. Ma non tutte le macchine seguirono la stessa sorte: alcune finirono direttamente nei blister della "Serie Europa", altre, forse perchè troppo grandi per stare nei blister, finirono ad arricchire le serie speciali, quali la "Gran Super", la "Gran Toros" ecc.

Per classificare le Mebetoys occorre guardare soprattutto le ruote, il fondino, gli accessori del motore (cavi delle candele e ventolina di raffreddamento) e la presenza o meno degli strass. E, ancora, il colore degli interni e della carrozzeria, e la stessa tecnica con cui la vernice è stata spruzzata sul modello consentono spesso di ottenere una datazione corretta della macchinina.

Importantissime sono anche le targhe in carta nera adesiva, di pregevole fattura e molto realistiche, che hanno seguito con la loro numerazione l'evolversi dei modelli. Nelle schede dei singoli modelli si troveranno molti elementi utili per la catalogazione.

Di seguito si riportano le schede di tutti i modelli prodotti fino al 1969. In fondo alla pagina saranno inserite le schede dei modelli dalla A41 in poi.


CATALOGO MEBETOYS in scala 1:43
E' in corso il progressivo aggiornamento delle schede al nuovo formato. Le schede già aggiornate si riconoscono per l'immagine più grande.


Art. A-1
Art. A-2
Art. A-3
Art. A-4
Art. A-5
Vai alla scheda
Vai alla scheda
Vai alla scheda
Vai alla scheda
Vai alla scheda
FIAT 850
FIAT 1500
Alfa Romeo Giulia TI
Alfa Romeo 2600
Autobianchi Primula

Art. A6
Art. A7
Art. A8
Art. A9
Art. A10
Vai alla scheda
Vedi la scheda
Vedi la scheda
Vai alla scheda
Vai alla scheda
Lancia Flavia
Gazzella Carabinieri
Squadra Mobile
FIAT 1100 R
Maserati Mistral

Art. A11
Art. A12
Art. A13
Art. A14
Art. A15
Vai alla scheda
Vai alla scheda
Vai alla scheda
Vai alla scheda
Vai alla scheda
Lancia Fulvia Coupé
Porsche 912
Opel Kadett Coupé
FIAT Dino Coupé
Fiat 1500 Vigili Urbani

Art. A16
Art. A17
Art. A18
Art. A19
Art. A20
Vai alla scheda
Vai alla scheda
Vai alla scheda
Vai alla scheda
Vai alla scheda
FIAT 124
BMW 2000 CS
Alfa Romeo Duetto
Mercedes Benz 250 SE
Lamborghini Miura

Art. A21
Art. A22
Art. A23
Art. A24
Art. A25
Vai alla scheda
Vai alla scheda
Vai alla scheda
Vai alla scheda
Vai alla scheda
1500 Vigili del Fuoco
Chevrolet Corvette Rondine
Chaparral 2F
Ford GT40 MK II
Porsche Carrera 10

Art. A26
Art. A27
Art. A28
Art. A29
Art. A30
Vai alla scheda
Vai alla scheda
Vai alla scheda
Vai alla scheda
Vai alla scheda
RR Silver Shadow
Ferrari P4
Innocenti Mini Minor
Toyota 2000 GT
ISO Rivolta S4

Art. A31
Art. A32
Art. A33
Art. A34
Art. A35
Vai alla scheda
Vai alla scheda
Vai alla scheda
Vai alla scheda
Vai alla scheda
Mini Cooper
Lancia Fulvia HF
Porsche 912 Rallye
Opel Kadett Rallye
Yogi & BooBoo's car

Art. A36
Art. A37
Art. A38
Art. A39
Art. A40
Vai alla scheda
Vai alla scheda
Vai alla scheda
Vai alla scheda
Vai alla scheda
Fiat 500 F
NSU Ro 80
Matra 530 Vignale
Lotus Europa
Land Rover Aziza III

GIFT-SET
GIFT-SET
GIFT-SET
Vai alla scheda
 
RALLYE
PROTO TIPI
NATALE '69
 

Art. A41
Art. A42
Art. A43
Art. A44
Art. A45
Vai alla scheda
Vai alla scheda
Vai alla scheda
Vai alla scheda
Vai alla scheda
Fiat 124 S Raid
Land Rover C.R.
Fiat 124 Taxi
Bertone Runabout
Ital Design Iguana

Art. A46
Art. A47
Art. A48
Art. A49
Art. A50
Vai alla scheda
Vai alla scheda
Vai alla scheda
Vai alla scheda
Vai alla scheda
Alfa Romeo Junior Z
Lamborghini Urraco
Autobianchi A112
Lancia Stratos HF
Ferrari 365 GTC

Art. A51
Art. A52
Art. A53
Art. A54
Art. A55
Vai alla scheda
Vai alla scheda
Vai alla scheda
Vai alla scheda
Vai alla scheda
Porsche 912 Rallye
Fiat Dino Week End
Ford Escort MKI
Fiat 127
Ford Escort Mexico

LE SCHEDE DEI MODELLI DA A-56 IN SU SARANNO INSERITE APPENA DISPONIBILI

Art. A56
Art. A57
Art. A58
Art. A59
Art. A60
Vai alla scheda
Vai alla scheda
Vai alla scheda
Vai alla scheda
Ferrari 312 PB
Alfa Romeo Alfasud
A. A112 Abarth
Fiat 128
Fiat 128 Rallye

Art. A61
Art. A62
Art. A63
Art. A64
Art. A65
Vai alla scheda
Vai alla scheda
Vai alla scheda
Vai alla scheda
Vai alla scheda
Mini Minor con sci
Fiat 126
BMW 2800 Alpina
Porsche 912 con sci
Duetto Giro d'Italia

Art. A66
Art. A67
Art. A68
Art. A69
Art. A70
Vai alla scheda
Vai alla scheda
Vai alla scheda
Vai alla scheda
Vai alla scheda
Primula Ricerche P.
Land Rover US Army
Fiat 127 Rallye
Renault R5
Volkswagen 1303

Art. A71
Art. A72
Art. A73
Art. A74
Art. A75
Vai alla scheda
Vai alla scheda
Vai alla scheda
Vai alla scheda
Vai alla scheda
Mini Minor Hippy
Maserati Bora
Fulvia HF Marlboro
L.R. Vigili del Fuoco
Fiat 124/124S Zigulì