APS - Politoys

Tutte le APS-Politoys
in plastica

Made in Italy - Scala 1:41
Aggiornato il 30 Novembre 2018
ENGLISH

Cari amici

come ho scritto in altre pagine di questo sito, la mia avventura di collezionista di automodelli in scala ridotta è iniziata, nei primi anni sessanta, proprio con i modellini in plastica della ditta italiana APS, noti come "Microminiature Politoys".

Li usavo per giocare e mi divertivo moltissimo. Costavano solo 200 lire l'uno e per questo ne acquistai parecchi ed ero orgoglioso del mio piccolo garage. E così, a volte, qualcuna delle mie macchinine rimaneva "incastrata" nella tasca del grembiule e finiva in classe con me. Nell'intervallo della ricreazione saltava fuori e scatenava grande ammirazione e un po' di invidia tra i miei compagni. Così anche altri bambini iniziarono a portare le loro macchinine e iniziarono anche i primi scambi.

Un bel giorno un mio compagno ricevette in dono una Fiat 2300 S Coupè della Mercury, argentata, con le portiere e i due cofani apribili, e la portò in classe. Io la trovai un po' spenta di colori e non le dedicai grande attenzione, ma gli altri alunni mostrarono di apprezzare molto quel modello e cominciarono a guardare con una certa aria di sufficienza sia me, sia le mie macchinine colorate.

Capii subito che l'incantesimo si era spezzato e che dovevo correre ai ripari. Ma quei modelli in metallo costavano ben più del doppio dei miei e anche volendone acquistare qualcuno ogni tanto la mia collezione sarebbe cresciuta molto più lentamente.
Smisi così di portare a scuola le mie macchinine, anche perchè il proprietario della Fiat 2300 S Coupé tirò fuori anche una Mercedes "Pagodina", tutta dorata, con i due cofani apribili, sempre della Mercury. E quest'ultima mi piacque da morire, al punto che la mia Ford Anglia celestina cominciò a farmi davvero schifo. E così pure la Innocenti Austin A40 color grigio topo.

Il colpo di grazia, però, me lo diede un altro compagno (decisamente benestante) alle scuole medie, quando incantò la supplente di disegno estraendo dalla cartella una Bugatti Royale della Solido: era maestosa, con la base rossa e la vetrinetta racchiusa nella classica scatoletta grigia della prima serie. Con le portiere apribili, il tetto trasparente e l'immancabile elefantino rampante sul radiatore. Costava un pacco di soldi e non potevo competere...

Passai quindi alle macchinine in metallo, soprattutto alle Politoys-M. Le mie Politoys plast rimasero da parte a lungo, per molti anni, finchè le regalai tutte a un mio cuginetto (scatolette comprese).

A distanza di tanti anni ho iniziato a ricostruire quel garage in miniatura e a rivalutare le Politoys in plastica, scoprendo che molti altri collezionisti di tutto il mondo condividono lo stesso obiettivo.
Gestendo questo sito ricevo molte e-mail in tema di macchinine e la richiesta di occuparmi anche delle "plast" diventa sempre più pressante.

Doveroso, quindi, creare questa pagina, ma per realizzare le varie schede occorrono molte immagini e la mia collezione è ancora vistosamente incompleta. Ho accolto perciò con grandissimo entusiasmo la proposta avanzata dall'amico collezionista Massimo Carini che ha partecipato con slancio all'iniziativa fornendomi moltissime immagini e, soprattutto, la sua grandissima esperienza.

Ecco quindi questa pagina che racchiude tutta la produzione della APS Politoys in plastica, dai veicoli militari alle auto di serie, dalle auto da corsa a quelle d'epoca e ai veicoli industriali. Ho comunque compreso nella pagina anche i modelli della serie Fibre-glass (ai quali resta comunque dedicata un'apposita pagina su questo sito) anche se si tratta di modelli in fibra di vetro verniciata e non in plastica colorata direttamente nell'impasto.

Spero di non aver trascurato alcun modello, ma sarò grato a chiunque fornisse indicazioni utili al completamento della pagina o alla correzione di eventuali refusi. Per ciascun modello sarà presto disponibile una scheda con il dettaglio delle caratteristiche e le foto scattate da varie angolazioni e con le varie varianti di colore. Chi avesse le immagini di qualche altra variante può inviarmele e provvederò ad inserirle citando sempre la fonte e nel rispetto delle normative sui diritti di proprietà delle immagini.

Grazie a tutti

  Alberto Spano
ANNOTAZIONI

SERIE MILITARE
(dal n. 1 al n. 18)

Si tratta di una serie di automodelli in scala variabile (ufficialmente 1/41, ma di fatto la scala è molto variabile) prodotti dal 1960 al 1964-65. Sono tutti verde oliva, di varie tonalità, e alcuni hanno anche dei personaggi. Nel tempo hanno subito poche modifiche, legate soprattutto alle ruote che inizialmente erano lisce e bombate e che successivamente sono state migliorate per dare l'idea del cerchione. I pneumatici in gomma sono tassellati su tutte le versioni.
La qualità e il dettaglio degli stampi sono comunque molto bassi e questi modellini sono snobbati da molti collezionisti, che li considerano semplicemente dei giocattoli.
Vale la pena di collezionarli solo se sono in perfette condizioni e completi di tutti i pezzi e della loro scatoletta originale. Quotazione media dai 15 ai 25 euro.

SERIE AUTO ANTICHE
(dal n. 100 al n. 115)

Sono in tutto 16 modellini, numerati da 100 a 115, prodotti dal 1962 al 1964-65. Si tratta di modellini molto semplici, facilmente smontabili e facilmente soggetti alla perdita degli accessori (fanali, targhe, trombe ecc.). I primi modelli disponevano anche di personaggi, poi soppressi per ridurre i costi di produzione.
Diciamo pure che i collezionisti non fanno a spinte per contenderseli, anche se in realtà, messi l'uno vicino all'altro come nella foto grande qui sotto, fanno la loro bella figura. Il loro principale difetto è senz'altro l'eccessiva e improbabile vivacità dei colori, che li fa assomigliare spesso a sorpresine per uovo di Pasqua. Ma le sorpresine uno se le deve montare. La quotazione media è di circa 10-20 euro (ovviamente si parla di modellini perfetti, completi e con scatoletta). Fanno eccezione gli ultimi usciti (La Bentley e la Lancia Lambda) che raggiungono quotazioni considerevoli, a volte anche oltre i 100 euro, perchè hanno avuto una tiratura molto limitata. Una decina di euro in più li spuntano le versioni con personaggi, perchè più antiche.



SERIE AUTO DA CORSA

(dal n. 51 al 64 e dal n. 200 al 204)

Sono 17 autovetture monoposto da corsa (formula 1, formula 2 ecc.) più la Porsche 550RS e la Jaguar D Type che sono di livello superiore. Le vetture di formula costavano all'origine solo 100 lire e sono quindi molto approssimative nelle finiture e negli accessori. Per questo la serie è poco ambita dai collezionisti e la quotazione rimane bassa (10-15 euro per modelli perfetti e con la scatoletta). La Porsche e la Jaguar raggiungono invece quotazioni molto più consistenti (anche 60-70 euro ciascuna).
Da annotare che la HAS F1 (art.63) è un'auto di pura fantasia.

SERIE ECONOMICA
(dal n. 121 al n. 132)

Anche una serie economica come quella della Politoys ha la sua serie economica. Si tratta di 12 modellini molto semplificati, montati ad incastro, dai colori sgargianti, decisamente bruttini: da bancarella. Tutti i modelli sono stati prodotti anche in metallo, nella serie M, ma la FIAT 124 berlina (art. 127) rimane un inedito. Sono difficili da reperire soprattutto perchè già in origine si capiva che non avrebbero avuto un valore collezionistico. Per questo oggi raggiungono quotazioni elevate (anche oltre i 100 euro).



CATALOGO APS-POLITOYS


Art. 1
Art. 2
Art. 3
Art. 4
Art. 5
Autoblindo Panhard
Mortaio ABS 155mm
Carro Armato AMX
Camion Bedford
Alvis Saladin

Art. 6
Art. 7
Art. 8
Art. 9
Art. 10
Trattore e cannone
Camion cingolato
Ambulanza Bedford
Jeep Hotchkiss
Autoblindo Ferret

Art. 11
Art. 12
Art. 13
Art. 14
Art. 15
Land Rover+missile
Porta carro armato
Camion GMC radar
Camion GMC faro
Camion GMC mitr.

Art. 16
Art. 17
Art. 18
Art. 19
Art. 20
Camion GMC L.razzi
Autoblindo M20
Anfibio GMC - DUKW
Martin Matador
????

Art. 21
Art. 22
Art. 23
Art. 24
Art. 25
????
????
????
Batmobile
????

Art. 26
Art. 27
Art. 28
Art. 29
Art. 30
FIAT 1800 berlina
A.R. Giulietta spider
A.R. Giulietta Sprint
FIAT 1100 Lusso
Alfa R. Dauphine

Art. 31
Art. 32
Art. 33
Art. 34
Art. 35
Citroen DS19
A.R. Giulietta T.I.
Lancia Flaminia
Innocenti Austin A40
Ford Anglia

Art. 36
Art. 37
Art. 38
Art. 39
Art. 40
OPEL Kapitan
Mercedes Benz 220
Lancia Flavia
A.R. 2000 berlina
FIAT 1300 berlina

Art. 41
Art. 42
Art. 43
Art. 44
Art. 45
A.R. 2000 spider
Motoscafo Chieftain
FIAT 615 autobus
Roulotte
Lancia Flaminia c.pé

Art. 46
Art. 47
Art. 48
Art. 49
Art. 50
Volkswagen 1500
FIAT 2300 Coupé
A.R. Giulietta Polizia
Pontiac Parisienne
Oldsmobile F85

Art. 51
Art. 52
Art. 53
Art. 54
Art. 55
Cooper Norton F3
Maserati F1
Vanwall F1
Porsche 550 RS
Jaguar D Type

Art. 56
Art. 57
Art. 58
Art. 59
Art. 60
Cooper 1500 F2
Ferrari 156 F1
B.R.M. F1
Porsche F2
Lola F1

Art. 61
Art. 62
Art. 63
Art. 64
Art. 65
Lotus F1
A.T.S. F1
HAS F1
Brabham F1
Trattore Fordson

Art. 66
Art. 67
Art. 68
Art. 69
Art. 70
Ford Taunus 17M
A.R. Giulietta S.S.
FIAT 1300 Familiare
Cadillac Special S.
Citroen ID19 Break

Art. 71
Art. 72
Art. 73
Art. 74
Art. 75
Alfa Romeo Giulia TI
Lancia Fulvia berlina
Alfa R. 2600 Sprint
Ferrari 250 GT 2+2
FIAT 600 D

Art. 76
Art. 77
Art. 78
Art. 79
Art. 80
Fiat 500
A. Bianchina panor.
Ford Cortina
Opel Kadett Coupé
A.R. Giulia GT1300 J

Art. 81
Art. 82
Art. 83
Art. 84
Art. 85
FIAT 850 berlina
FIAT SIATA 1500TS
A.R. 2600 Pantera
Volkswagen 1200
Ferrari 250 GT 2+2

Art. 86
Art. 87
Art. 88
Art. 89
Art. 90
Innocenti Morris IM3
Lancia Flaminia Z.
Fiat 500 giardiniera
Jaguar E Type
Mercedes B. 230SL

Art. 91
Art. 92
Art. 93
Art. 94
Art. 95
Maserati 3500
Autobianchi Primula
Ford Taunus
Rolls Royce
????

Art. 96
Art. 97
Art. 98
Art. 99
Art. 100
Porsche 912
Fiat Ghia
Alfa Romeo Canguro
????
FIAT Modello 4

Art. 101
Art. 102
Art. 103
Art. 104
Art. 105
FIAT 3,5 HP
Alfa 60 CV T.Florio
Peugeot mod. 1896
Itala Palombella
Isotta Fraschini

Art. 106
Art. 107
Art. 108
Art. 109
Art. 110
FIAT 508 Balilla
Lancia modello 51
Gobron-Brillée
FIAT 525 Reale
FIAT 501 S Sport

Art. 111
Art. 112
Art. 113
Art. 114
Art. 115
Ford Mod. T
Isotta Fraschini
Bentley 4,5 L
Berliet Limousine
Lancia Lambda

Art. 116
Art. 117
Art. 118
Art. 119
Art. 120
????
Porsche 904
Ferrari Dino
Maserati Frua
Jaguar Rita Pavone

Art. 121
Art. 122
Art. 123
Art. 124
Art. 125
Mercedes B. 230SL
Maserati Mistral
Porsche 912
Iso Rivolta Coupé
Fiat 850 Coupé

Art. 126
Art. 127
Art. 128
Art. 129
Art. 130
Lancia Fulvia Coupé
FIAT 124 berlina
Alfa Romeo Giulia TZ
Ferrari 250 GT
FIAT 1500 GT Ghia

Art. 131
Art. 132
Art. 133
Art. 134
Art. 135
Lola GT
Ferrari Dino Pininf.
????
????
????

Art. 200
Art. 201
Art. 202
Art. 203
Art. 204
B.R.M. Formula 1
De Sanctis F.3
Cooper Formula 1
Honda Formula 1
Ferrari Formula 1

Art. 221
Art. 222
Art. 223
Art. 224
Art. 225
FIAT 682 T2 bisarca
FIAT 682 T2 + auto
FIAT 682T2 scoperto
Scavatore Hatra
FIAT 682T2 telonato

Art. 226
Art. 227
Art. 228
Art. 229
Art. 300
FIAT 682T2 p.ruspe
FIAT 682T2 + ruspe
Scavatore Liebherr
Alfa R. 2° Polizia
Alfa R. 2° Ambul.

Art. 301
Art. 302
Art. 303
Art. 304
Art. 306
Alfa R. 2° Furgone
Alfa R. 2° aperto
Alfa R. 2° soccorso
FIAT 682 T2 Agip
Lancia Esadelta